Sito Web

Menu di navigazione del sito web: guida per crearlo

14 Aprile 2023

•

7 min lettura

Un menu di navigazione ben progettato è un elemento essenziale per migliorare l’esperienza utente e aiutare i visitatori a trovare le informazioni che cercano. E non siamo solo noi UX designer a dirlo, ma sono i dati a confermarlo. La ricerca dimostra che il 38% dei consumatori esamina i link di navigazione e il layout […]

Daniele Lunassi

Un menu di navigazione ben progettato è un elemento essenziale per migliorare l’esperienza utente e aiutare i visitatori a trovare le informazioni che cercano.

E non siamo solo noi UX designer a dirlo, ma sono i dati a confermarlo.

La ricerca dimostra che il 38% dei consumatori esamina i link di navigazione e il layout del menù di un sito web quando lo visita per la prima volta.

Inoltre, un menu di navigazione ben progettato consente ai visitatori di trovare rapidamente le informazioni che cercano, e dunque può soddisfare le loro esigenze per evitare che abbandonino il sito recandosi altrove. 

Un altro beneficio che i menù di navigazione portano, riguarda l’architettura delle informazioni.

Questo perché il menu di navigazione non solo aiuta i visitatori a spostarsi da una pagina web all’altra, ma aiuta anche a comprendere le relazioni tra le singole pagine di un sito web.

La navigazione è considerata la punta dell’iceberg dell’architettura dell’informazione di un sito web.

Che cosa sono i menu di navigazione

Il menù di navigazione di un sito web è un elemento dell’interfaccia che contiene i collegamenti principali alle diverse pagine del sito

L’obiettivo principale di un menu di navigazione di un sito web è quello di facilitare il percorso dei visitatori all’interno del sito, migliorando l’esperienza utente e la navigazione, permettendo loro di individuare facilmente tutte le pagine.

Inoltre, i menu di navigazione possono essere utilizzati per organizzare le informazioni in modo gerarchico, aiutando i visitatori a comprendere le relazioni tra le diverse sezioni del sito, come hai avuto modo di scoprire nell’introduzione.

A cosa serve il menu di navigazione?

Ciò che stai per leggere deve essere in primo luogo l’obiettivo di ogni designer.

Un menu di navigazione serve per fornire ai visitatori un modo per trovare rapidamente e facilmente il contenuto che stanno cercando durante la navigazione sul sito web.

Quando un utente trova facilmente ciò che sta cercando, rimane all’interno del sito.

Inoltre, se il contenuto è anche in grado di risolvere il problema che l’utente sta vivendo cercando, il sito ha fatto centro. 

Dedicare il giusto tempo a progettare un buon menu di navigazione, può portare i seguenti benefici:

  • Coinvolgimento dell’utente: Una buona navigazione aiuta gli utenti a trovare rapidamente ciò che stanno cercando e ad esplorare il sito web; questo può aumentare il coinvolgimento dell’utente e portare ad una maggiore permanenza sul sito.
  • Opinione sul brand: Un menu di navigazione ben progettato e facile da usare può creare un’esperienza piacevole per l’utente e aumentare le probabilità a avere un’opinione positiva del tuo brand.
  • Tassi di conversione: un buon menu di navigazione può aiutare a mantenere gli utenti sul sito web e comporta una maggiore probabilità che gli utenti si spostino verso le pagine di vendita, migliorando così i tassi di conversione del sito web.
  • Traffico organico: una navigazione ben strutturata può anche aiutare a migliorare il posizionamento del sito web nei risultati di ricerca organici. I motori di ricerca, come Google, utilizzano gli algoritmi per capire la struttura del sito web e la relazione tra le pagine.

Cosa contiene un menu di navigazione?

Il menù di un sito contiene il link testuali, facili da individuare, che conducono gli utenti alle altre pagine presenti all’interno del sito stesso.

Il menù di navigazione può anche contenere icone che affiancano i link delle singole pagine, per facilitare la leggibilità e la comprensione.

Ma quindi è necessario inserire nel menu, il link ad ogni singola pagina del sito web? 

Nella maggior parte dei casi la risposta è No.

All’interno del menù di navigazione del sito dovresti inserire i link alle pagine che rappresentano il percorso principale che i tuoi utenti dovrebbero seguire. 

Puoi portare i tuoi utenti a scoprire i tuoi servizi, al download di risorse gratuite utili a risolvere i loro problemi, oppure a compilare un form per entrare a contatto con l’azienda. 

Possono però essere presenti altre pagine che non rappresentano il percorso principale che gli utenti devono compiere, e quindi possono essere escluse dal menù principale di navigazione.

Ad esempio queste pagine possono essere la Privacy e la Cookie policy, oppure alcune landing page specifiche che vengono utilizzate all’interno di campagne pubblicitarie ma non dovrebbero essere raggiungibili dal sito. 

Come creare un menù di navigazione

Ecco gli step da seguire per creare un menu di navigazione del sito web:

  1. Analizza le esigenze degli utenti
  2. Disegna la gerarchia delle informazioni
  3. Scegli il tipo di menù adatto
  4. Mantieni coerenza
  5. Progetta interazioni chiare
  6. Usa Breadcrumbs e indicatori
  7. Progetta un menu responsive

1.Analizza le esigenze degli utenti

Prima di iniziare a progettare il menu di navigazione, è importante capire quali sono le esigenze e le preferenze degli utenti. Ciò può essere fatto attraverso la raccolta di feedback, l’analisi dei dati e l’osservazione del comportamento degli utenti sul sito.

2. Disegna la gerarchia delle informazioni

È importante che le categorie siano organizzate in modo logico e coerente, in modo che gli utenti possano trovare rapidamente le informazioni che stanno cercando.

Se il sito web contiene molte pagine, è possibile utilizzare le sottocategorie per organizzare le informazioni in modo più specifico. Ciò consente di rendere il menu di navigazione più facile da navigare e di aiutare gli utenti a trovare le informazioni che cercano in modo più rapido ed efficiente.

3. Scegli il tipo di menu adatto

Scegliere il tipo di menu di navigazione: ci sono diversi tipi di menu di navigazione, come ad esempio il Orizzontale, Verticale, Sticky, Dropdown, Full screen, tutti menu che a breve analizziamo insieme.

È importante scegliere il tipo di menu di navigazione che meglio si adatta alle esigenze del sito web e degli utenti.

4. Mantieni coerenza

La coerenza nella progettazione del menu di navigazione è fondamentale per garantire un’esperienza utente ottimale.

Ad esempio, se si decide di visualizzare i link alle sottopagine in tutti gli elementi di navigazione, è importante applicare questa scelta in modo uniforme in tutto il sito web.

Potresti anche considerare di avere un secondo menu per la navigazione secondaria su alcune pagine.

La navigazione secondaria può includere le sottocategorie o altre informazioni utili, ma dovrebbe essere organizzata in modo logico e coerente con le informazioni presenti all’interno della pagina.

5. Progetta interazioni chiare

Il design visivo del menu di navigazione dovrebbe fornire indicazioni chiare sull’interattività degli elementi di navigazione. È importante che gli utenti sappiano immediatamente se un elemento è un link cliccabile o solo un’intestazione.

Inoltre devi fare attenzione nel rendere facilmente riconoscibili le diverse sezioni quando il numero di elementi aumenta.

Secondo uno studio di NNG, “gli utenti sono circa il 37% più veloci nel trovare gli elementi all’interno di un elenco su una pagina web quando gli indicatori visivi variano sia nel colore che nell’icona rispetto al solo testo”.

6. Usa Breadcrumbs e indicatori

I breadcrumbs (letteralmente le briciole di pane) sono uno strumento di navigazione utile per aiutare gli utenti a orientarsi all’interno del loro percorso in un sito web.

I breadcrumbs mostrano il percorso che l’utente ha seguito per arrivare alla pagina corrente e aiutano a comprendere la posizione dell’utente all’interno del sito web, ed in caso tornare indietro.

7. Progetta un menu responsive

Abbiamo parlato in maniera approfondita di responsive design in questo articolo dettagliato. 

In generale ciò che devi ricordarti è che un sito non è responsive quando adatta l’interfaccia a ogni schermo, ma quando adatta l’esperienza ad ogni dispositivo.

In poche parole: se vuoi che il tuo menù per dispositivi mobili sia efficace, non devi limitarti ad un adattamento della versione per desktop.

Nel documento Mobile First is NOT Mobile Only di NNG si consiglia di progettare in modo nativo la navigazione per ogni dispositivo.

Anche se può sembrare uno sforzo in più progettare e sviluppare design separati per i dispositivi, NNG spiega che si tratta di un’esperienza utente migliore perché “i diversi dispositivi hanno diverse capacità ed abitudini di interazione” e diverse dimensioni dello schermo”.”

Ad esempio, su un dispositivo desktop la navigazione primaria spesso mostra i link secondari al passaggio del mouse, ma questo non potrò ovviamente funzionare per i dispositivi mobili.

I diversi tipi di menu di navigazione

Ora analizziamo quali sono i 5 tipi di menu principali per siti web e scoprirai caratteristiche e i vantaggi principali, in modo che tu possa fare la scelta giusta per il tuo sito web:

  1. Orizzontale
  2. Verticale
  3. Sticky
  4. Dropdown
  5. Full screen

1. Orizzontale

Il menu di navigazione orizzontale si trova nella parte superiore della pagina web e mostra le opzioni di navigazione orizzontalmente.

Questo tipo di menu è il più comune poiché è facilmente accessibile e visibile per tutti. Inoltre, può contenere molte voci di menu e facilitare la navigazione tra le sezioni del sito web.

2. Verticale

Il menu di navigazione verticale si trova nella parte sinistra o destra della pagina web e mostra le opzioni di navigazione verticalmente.

Questo tipo di menu è adatto per i siti web con molte sezioni, poiché le voci di menu possono essere organizzate in modo gerarchico.

Il menu di navigazione verticale può essere meno visibile rispetto al menu orizzontale, soprattutto se posizionato nella parte destra della pagina.

3. Sticky

Il menu di navigazione sticky rimane sempre visibile anche quando l’utente scorre verso il basso nella pagina web.

Questo tipo di menu può essere utile per garantire un accesso più facile alle opzioni di navigazione, anche quando l’utente si trova in una sezione avanzata della pagina.

Fai attenzione alle dimensioni, perché il menu sticky può occupare spazio prezioso sulla pagina web e ridurre lo spazio disponibile per il contenuto.

4. Dropdown

Il menu di navigazione a dropdown (o tendina) mostra le voci di menu quando l’utente fa clic o passa il mouse sopra l’opzione primaria.

I menu a tendina, come analizzato poco fa nella sezione dedicata alle interazioni, possono essere difficili da usare per gli utenti da dispositivi mobili.

5. Full screen

Il menu di navigazione a schermo intero occupa l’intera pagina web quando l’utente fa clic sull’icona del menu.

Un menu a schermo intero può essere invadente e limitare lo spazio disponibile per il contenuto della pagina web, dunque scegli di utilizzarlo per motivi precisi.

Dove posizionare il menu di navigazione?

In generale, è importante che il menu di navigazione sia facilmente accessibile e visibile per gli utenti.

La posizione del menu di navigazione dovrebbe essere scelta in base alla struttura del sito web e alle esigenze degli utenti, in modo da offrire un’esperienza di navigazione ottimale.

Conclusioni

In sintesi, ogni menu di navigazione ha i suoi pro e contro e la scelta dipende dalle esigenze specifiche del sito web e degli utenti.

Se hai bisogno di un supporto con il tuo prodotto digitale, puoi contattarci oppure approfondire e migliorare le sue competenze nei nostri corsi di formazione.


Daniele Lunassi

Design Lead

Su di me:

freccia arancione che indica il titolo della sezione

Mettiamoci al lavoro

Hai un’idea pazzesca?Trasformiamola in realtà.

Prenota una call con il team

Diventa la persona più
informata sul design

Più di 15 mila iscritti alla newsletter che in soli
10minuti a settimana si aggiornano con
tante novità e consigli sul mondo della UX/UI
design e product design. Non male, vero?